POLINESIA Francese

introduzione

Tramonto a Tahaa

INTRODUZIONE

Italiani in POLINESIA, 1 Marzo, 2019

Di questo posso scrivere solo con il sacchetto delle patatine croccanti sulla scrivania e mentre attingo, sgranocchio e ungo la tastiera, pensando che questo sgarro lo pagherò caro, ricordo l'aria dolce e un pò umidiccia mentre il sole si tuffava nel mare di Bora Bora, che poi non è nemmeno stata l' isola su cui ho vissuto o quella su cui vivrei... ma solo il richiamo.

Non ho bisogno della foto di quel momento perchè la posso evocare, con qualche accorgimento, più o meno, quando voglio...

Io e mio marito seduti con le gambe penzolanti sul molo, al nostro fianco il passeggino a quadretti verdi e blu di nostro figlio che a 2 anni era cotto e dormiva, e noi che insieme alle patatine fritte del sacchetto, scolandoci una birretta locale ci siamo condivisi, senza parlare, un tramonto dalle tinta rosa, turchese, arancio, pesca... il più bello in cui io sia mai stata immersa... l'aperitivo più strepitoso fin ora, nella vita!

Mi stupisco da sola di quello che sto per scrivere, ma dopo tutta la nostalgia per il mare splendido dopo quasi 20 anni mi emoziona soprattutto ricordare i colori del cielo... quelli non gli ho mai visti altrove... Anche le stelle sono disposte solo nella fascia centrale del cielo...

Per alcuni la Polinesia è un sogno e poi si svegliano oppure se sono bravi e coraggiosi lo vivono, per altri la Polinesia è un RICHIAMO...

Comunque bisogna essere realistici, ora l'accesso è più semplice e aprire una piccola attività è più economico che in Italia, se si ha:

  • basi linguistiche per comunicare
  • umiltà necessaria per adattarsi a qualsiasi lavoretto per iniziare (noi vendavamo pastasciutta di casa in casa, prendendo ispirazione da chi veniva a venderci il pesce o le torte)
  • aspettative realistiche sia sulle nostre personali necessità di comunicare o di vivere “fuori dal mondo”, sia “del contatto con la natura”, anche se a Papeete, a Tahiti, troverete tutto l'insano consumismo e inquinamento di cui potreste avere nostalgia.

SE SIAMO PERSONE ESTROVERSE TENIAMO CONTO DELLE ABITUDINI LOCALI ADATTE PIU' AGLI AMANTI DEL MARE E AI PENSIONATI CHE AI MONDAIOLI.

Se sentite il RICHIAMO e non vi manca la possibilità e soprattutto la volontà di vivere un certo tipo di vita spartana e basica, in un ambiente molto vicino a ciò che è per molti considerato paradisiaco, ma senza farvi illusioni sul fatto che sarete pur sempre tra persone imperfette che lottano, come in tutto il resto del mondo, per vivere al meglio: PROVATECI! IL MARE ED IL CIELO, NON VI DELUDERANNO (a meno che non capitiate tra le onde funeste del pacifico a bordo di una vecchia nave mercantile, come è successo a mio marito!).